Art Spettacoli

Silvio Muccino

SilvioMuccinoNelle scorse settimane due personaggi del mondo cinematografico italiano hanno battibeccato in pubblico utilizzando come mezzo di comunicazione Twitter; i due, in questione, sono Gabriele Muccino e suo fratello Silvio. Oggi voglio dare la precedenza a Silvio, fratello più piccolo di Gabriele, sceneggiatore, regista ed attore cinematografico molto amato dalle ragazzine e non solo.

Silvio nasce a Roma il 14 aprile 1982, è il più piccolo di tre fratelli, ed i suoi genitori sono Luigi, dirigente Rai, ed Antonella Cappuccio che è una pittrice nota, soprattutto, nei circoli intellettuali romani; frequenta il Liceo ginnasio Statale Mamiani e, dopo aver ottenuto la licenza, si iscrive a Lettere, presso La Sapienza, sostenendo solo qualche esame.

La carriera cinematografica di Muccino junior inizia nel 1998 con una piccola parte in “Paparazzi” di Neri Parenti mentre nel 1999, insieme con il fratello Gabriele, scrive ed interpreta “Come te nessuno mai” film che parla di studenti alle prese con le occupazioni studentesche nella scuola superiore. Grazie alla sceneggiatura di questo film Silvio conquista una candidatura al “Nastro d’argento” come autore del miglior soggetto.

Nel 2001 il nostro attore lavora con Antonello Grimaldi in “Un delitto impossibile” e con Gabriele ne “L’ultimo bacio” mentre nel 2003 interpreta la parte del ribelle di famiglia in “Ricordati di me” sempre diretto dal fratello; c’è da segnalare anche la sua partecipazione a “CQ” film diretto da Roman Coppola, figlio del grande Francis Ford.

La partecipazione ai due film diretti dal fratello regista, fanno diventare Silvio uno dei talenti emergenti del cinema italiano e, grazie a questo, riceve molte richieste: partecipa a “Il cartaio” di Dario Argento nel 2004 e, sempre in quell’anno, è il protagonista, oltre che sceneggiatore, di “Che ne sarà di noi” di Giovanni Veronesi.

Il 2005 vede la partecipazione di Silvio Muccino a “Manuale d’Amore”, diretto sempre da Giovanni Veronesi, e qui incontra Carlo Verdone con il quale scrive e gira “Il mio miglior nemico” uscito nelle sale cinematografiche nel marzo del 2006.

Silvio Muccino annovera fra i suoi lavori anche due romanzi “Parlami d’amore” scritto con la sceneggiatrice Carla Vangelista, pubblicato nel 2006, mentre l’anno successivo, cura la trasposizione cinematografica del libro di cui è sceneggiatore e protagonista insieme ad un altro talento emergente del cinema italiano: Carolina Crescentini. Il secondo libro, invece, sempre scritto insieme a Carla Vangelista, è “Rivoluzione n. 9” ed è datato 2011.

L’ultimo film del nostro uomo di spettacolo è del 2010 e si tratta di “Un altro mondo” dove interpreta un ragazzo, ricco e viziato, dell’alta borghesia che si ritrova un fratellino di colore che il padre, in punto di morte, gli ha affidato.

Fra i lavori di Muccino Jr. vanno annoverati il doppiaggio del cartone animato “Astro Boy” e la regia di diversi videoclip, fra i quali “Le donne lo sanno” di Ligabue e jingle pubblicitari come la pubblicità Vodafone del 2006.

Scrivi un commento