Art Spettacoli

Lupita

Ai recenti premi Oscar ha fatto scalpore l’assegnazione del premio come “miglior attrice non protagonista” a Lupita Amondi Nyong’o per il ruolo della schiava Patsey in “12 anni schiavo” che ha conquistato l’ambita statuetta di “miglior film”.
Lupita nasce a Città del Messico il 1° marzo del 1983 ed è un’attrice e regista messicana naturalizzata keniota; la nostra attrice nasce lì poiché il padre, un senatore, si trovava nel Paese americano per motivi di lavoro e, subito dopo, rientrano tutti in Kenya, terra d’origine dei genitori.
Durante il periodo dell’adolescenza Lupita torna in Messico a studiare lo spagnolo, consegue la laurea in “Studi cinematografici e teatrali” presso l’università di Hampshire in Massachussetts e raggiunge la fama grazie al documentario “In My Genes” di cui è regista, produttrice e ideatrice.
“In My Genes” – Nei miei geni – è un film del 2009 che racconta delle discriminazioni subite dagli albini in Kenia ed ha partecipato a numerosi festival fra i quali il “Five College Student Film Festival”, il “New York African Film Festival”, lo “Zanzibar International Film Festival” ed altri ancora.
Nel 2013 arriva la grande occasione con la partecipazione a “12 anni schiavo” nel ruolo di Patsey oggetto di piacere e di odio dello schiavista Epps; grazie a questa interpretazione Lupita vince l’Oscar e riceve la nomination, sempre nella categoria “attrice non protagonista” sia ai Golden Globe che ai Bafta.
Fra i lavori di Lupita, come attrice, si segnala la sua partecipazione in “East River”, con la regia di Marc Grey, “Shuga” che è una miniserie del 2009 e “Non-stop” di Jaume Collet-Serra datato 2014.
Piccola segnalazione da modaiola: lo splendido abito indossato da Lupita alla cerimonia degli Oscar è stato creato da Miuccia Prada.