Cerca, Clicca, Segui

Il Teatro E Le Maschere Dell’Italiano

Condividi:
IL TEATRO E LE MASCHERE DELL'ITALIANO

Il Teatro E Le Maschere Dell’Italiano; ovvero caro italiano mascherato nel tuo ecosistema digitale credi di essere accettato ma è nella vita reale che manchi dei tuoi primitivi bisogni.

L’uso della maschera ha avuto sin dai tempi antichi un fascino sublime per l’essere umano. Questo oggetto applicato sul viso ha sempre destato un’immensa soddisfazione perché con un attimo si riesce a contraffare il proprio riconoscimento.

Maschera del teatro.

La storia della maschera è senza dubbio simile a quella dell’uomo, vanno a braccetto, dove c’è un avvenimento trovi la maschera adatta. Noi italiani siamo dei maghi nel creare maschere, dalla commedia dell’arte sino alle tragedie attuali primeggiamo in fatto di fare finta.

E allora, su la maschera da Bolzano a Siracusa passando per Cagliari! Nella messinscena italica la maschera è l’elemento fondamentale: attori e spettatori, rappresentanti della legge, intoccabili uomini religiosi, professori e studenti, medici e pazienti, giudicanti e giudicati tutti a fare finta di essere, a ridere senza essere felici. Povera Italia, togli quella maschera che non ce la fai più.

Il Teatro E Le Maschere Dell’Italiano

E’ troppo pesante e tu sei stanca. Lascia fare il teatro dentro i teatri, non serve mascherare ogni cosa. Povero Italiano mascherato, hai sostituito la piattaforma digitale per il tuo palcoscenico credendo di avere finalmente un tuo ruolo e delle cose da dire.

Piattaforma digitale , Internet, Mondo web

Purtroppo per te, caro Italiano mascherato, nel tuo ecosistema digitale credi di essere accettato ma è nella vita reale che manchi dei tuoi primitivi bisogni. Questa furiosa ricerca dell’essere uguale a qualcun altro non è una bella cosa.

Cercare di essere sconosciuti a se stessi per essere conosciuti da altri porta alla perdità della genialità e, inevitabilmente, si diventa noiosi.

Diverso è meglio, è più figo, elegante, desiderabile. Il teatro, quello vero, rimane sempre il rimedio più onesto alla menzogna quotidiana. La maschera teatrale fa bene allo spettatore perché fa cadere sulla poltrona quella che si era portata da casa.

Alessandro Cau

Alessandro Cau (1)

Alessandro Cau, ho 44 anni e sono il presidente della "compagnia teatrale Quintanomala" di Mentana (RM).
Autore, regista e attore ho frequentato la scuola di dizione e recitazione teatrale/cinematografica professionale presso il Teatro Tirso de Molina Roma.
Ho frequentato diversi corsi di scrittura creativa presso l'università La Sapienza di Roma.
La mia compagnia teatrale "Quintanomala" è stabile presso il Teatro Due Roma per la stagione 2020/21 dove faccio anche parte dell' "associazione Kast" che dirige la rassegna "I grandi Amatori".
Oltre a vari corsi di perfezionamento teatrale ho partecipato a stage di doppiaggio col grande Ferruccio Amendola.
Il teatro mi ha permesso di conoscere la magia e la storia grazie alle tantissime rappresentazioni di autori di ogni epoca.
Da Plauto a Cechov, passando per Shakespeare sino ad arrivare a Petrolini, Trilussa, Gaber, Bogosian e tantissimi altri.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it Italiano
X
Skip to content