Vai alla barra degli strumenti

RECENSIONE: spettacolo “OGGI SPOSO”

Condividi:
MATTEO CIRILLO si sposa al TEATRO TRASTEVERE…o forse no l’artista porta in scena un monologo brillante ed intelligente sul matrimonio

Recensione

“OGGI SPOSO” è il titolo del monologo scritto ed interpretato da Matteo Cirillo,  diretto da Duilio Paciello.

Un viaggio nella psicologia di un ragazzo che si appresta a sposarsi ma viene abbandonato proprio sulla soglia dell’altare dalla sua futura sposa. Cirillo racconta il primo incontro, l’innamoramento, il corteggiamento della donna che nella “follia” iniziale dell’amore diventa l’oggetto dei suoi desideri e la proiezione della sua realizzazione personale.

Ritmo incalzante, battute veloci e sferzanti, toccano ora un luogo comune, ora una sensazione in cui gli spettatori si immedesimano, facendo scattare più volte la risata. Matteo Cirillo ha una tecnica invidiabile, padroneggia l’eloquio e i movimenti, con cambi di intenzione e utilizzo del corpo che intensificano il senso delle parole.

Colpisce la velocità con cui l’artista cambia registro emotivo: se è vero che si può ridere di quello che diventiamo quando ci innamoriamo, è anche vero che l’emozione di certi “sistemi che una volta che vengono in contatto, lo saranno per sempre anche e si allontanano”, viene sottolineata dall’atmosfera che luci, intenzioni che l’attore cambia con grande maestria.

Questo monologo è un altro tassello che va ad incastrarsi nel puzzle di ripartenza dei teatri romani: nell’ambito della rassegna “Inventaria”, Festival del Teatro Off, che quest’anno per l’occasione prende il nome di “Re-inventaria” proprio a segnale di una rinascita dell’arte e del teatro.

Non poteva essere un segnale migliore di nuovo inizio questo monologo: Matteo Cirillo recita con grande convinzione, chiamando “eroi” il pubblico in sala perchè rappresentanti del fatto che, seguendo le regole e in piena sicurezza, si può fare tutto senza nessun pericolo.

Foto Gallery

Voto Finale

Voto Finale: 9

  • attualità del testo
  • dinamico e realistico
  • grande bravura dell’attore

Monica Falconi

Monica Falconi (22)

Nata a Roma nel 1977, inizia a calcare le tavole del palcoscenico nel 2006. Frequenta il laboratorio teatrale di Paolo Perelli, la scuola di teatro del Teatro Dafne di Ostia e il corso di formazione attori di Claudio Boccaccini.
Inoltre aggiunge stage e ulteriori laboratori sulla commedia dell’arte e altre modalità performative.
In scena la possiamo trovare con numerose commedie (tra cui spiccano quelle dell’autore e regista Luca Franco) portate anche in tournée in Italia e lavori come monologhista sia drammatica che comica. Dirige insieme a Mauro Ballanti la compagnia Palcoscenici che prende nome dall’omonimo blog di spettacolo che dal 2017 gestisce e per cui effettua recensioni e interviste agli artisti soprattutto teatrali.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it Italiano
X
Skip to content
Enable Notifications    Ok No thanks